1

cota roberto

In questi giorni a Torino

ha tenuto banco quello che sembra un gioco estivo: Appendino lascia, Appendino continua. Il risultato è stato: Appendino continua, con un’opposizione interna sempre più radicalizzata. Il fatto è che la Tav è ferma (anche per volere dell’Amministrazione), le Olimpiadi Invernali (anche se molti impianti erano già pronti a Torino) sono andate a Milano e la stessa sorte è toccata al Salone dell’Auto. Il Sindaco, a questo punto, ha lasciato intendere che ci sarà una svolta, proprio in barba a quell’ala movimentista del M5S che le ha consentito di essere candidata a Sindaco. Avvicinandosi la fine della legislatura, sembra un po’tardi... Il fatto è che sembrano tutti occupati a discutere se vince questo piuttosto che quel gruppo di potere all’interno della maggioranza e delle scelte strategiche che dovrebbero coinvolgere la città nessuno si è mai occupato. Anche sull’ordinaria amministrazione, per la verità, nulla si muove e lo dicono abbastanza chiaramente le classifiche che misurano la qualità della vita nelle varie città. Per questo Torino arretra.
Buona domenica e buona settimana.

Roberto Cota