1

maltempo vb ago 19 3

VERBANIA – 13.08.2019 – La situazione è (quasi) tornata

alla normalità e le emergenze più gravi sono state risolte. Il giorno dopo il downburst che s’è abbattuto sul golfo Borromeo s’è lavorato alacremente per ripristinare la viabilità. A Verbania quasi tutte le strade che ieri sono state interrotte a causa della caduta di alcuni alberi (la statale a Fondotoce-Tre ponti e davanti alla biblioteca di Villa Maioni, la litoranea a Suna e alcune vie interne…) sono percorribili. Si lavora ancora a Suna in via Trieste e in via Trento, ma anche all’interno di Villa Taranto. Il parco botanico oggi e domani resterà chiuso. I giardinieri sono impegnati nel rimuovere le piante danneggiate e nel ripristinare la sicurezza dei visitatori. L’obiettivo è riaprire i cancelli per Ferragosto, se non in tutte le zone, almeno in una parte di esse.

I vigili del fuoco tra ieri e oggi hanno effettuato una sessantina di interventi. Sono al lavoro i volontari della protezione civile e il Comune ha affidato l’incarico di rimuovere legno e rami abbattuti a ditte specializzate. Un compito, quello della pulizia, che spetta anche ai privati negli spazi di loro diretta competenza. Vista la situazione di emergenza la cooperativa Risorse ha aperto –era chiusa per ferie– la discarica di Santino dove è possibile conferire il verde.

È inaccessibile il parco di Villa Maioni, dove sono atterrati alcuni detriti del tetto della chiesa di Santa Rita, contenenti fibre di amianto che devono essere rimosse da ditte specializzate e secondo protocolli di sicurezza.

A Baveno, altra città duramente colpita dal maltempo, in tarda serata sono state riaperte le vie Oltrefiume e Gavazzeni, le ultime che ancora erano bloccate dalle piante abbattute. Non riaprirà quest’estate il parco pubblico di Villa Fedora, gravemente danneggiato. Il Comune è al lavoro per ripristinare il prima possibile la zona della spiaggia e del chiosco.