1

elic rega

BIASCA – 16.08.2019 – S’è trasformata in una disavventura

l’escursione di canyoning programmata da un cinquantenne svizzero la vigilia di Ferragosto. Attorno alle 18 dell’altro ieri l’uomo, impegnato nell’affrontare il fiume Legiuna, vicino a Biasca, s’è infortunato e non è più riuscito a lasciare il corso d’acqua. Immediatamente sono stati allertati i soccorsi. Sul posto è giunto l’elicottero della Rega con a bordo un esperto di torrentismo specialista del soccorso in acqua, che ha recuperato il cinquantenne, successivamente trasbordato in elicottero –con ferite non gravi– all’ospedale di Bellinzona.

È il terzo episodio simile accaduto in poche settimane in Canton Ticino, che richiama numerosi appassionati, elvetici e non, di canyioning, una disciplina che sta prendendo piede e che riserva una certa dose di pericolosità.