1

 Schermata 2020 01 19 alle 10.39.37

VCO-19-01-2020- Le strani luci, tutte in fila,

che ieri sera intorno alle 19 sono state segnalate nel cielo sopra l'Ossola, in direzione da nord ad est, erano i satelliti Starlink di Elon Musk. La conferma, come spiega il giornale ticinese www.tio.ch arriva dal sito di tracciamento satellitare Heavens Above.

Si è trattato quindi del dispiegamento dei satelliti per creare una costellazione di piccoli ripetitori di segnali telefonici a banda larga, nell'orbita bassa, per fornire agli utenti di tutto il mondo un accesso a internet ad alta velocità, anziché, come succede attualmente, in orbita geosincrona (una posizione fissa sopra l'Equatore a 36mila chilometri di altezza), i satelliti di Elon Musk opereranno infatti in orbita bassa, tra i 500 e i 1.300 chilometri di quota, fornendo così una connessione veloce e diffusa. Con l'ultimo lancio del razzo Falcon 9 della Space X, Musk aveva lanciato in orbita i 60 satelliti della rete Starlink avvistati ieri sera, che si sommano a quelli dei lanci di maggio 2019 e novembre 2019. Ora in orbita sono ben 180.