1

plastic free
MIASINO -20-02-2020-- Si è svolta nel pomeriggio di ieri, mercoledì 19 febbraio, nell’orangerie della meravigliosa Villa Nigra a Miasino, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Lago d’Orta Plastic Revolution” tra i vincitori del bando “Plastic Challenge. Sfida alle plastiche monouso” di Fondazione Cariplo.
 
Per questo progetto sono stati stanziati 150.000€ di cui 87.000 finanziati da Fondazione Cariplo. Un ottimo risultato che prevede una serie di azioni che dureranno due anni.
L’ente capofila è il Circolo di Legambiente “Gli Amici del Lago” che ha presentato il bando insieme ai comuni di   Ameno,Briga Novarese,Miasino,Orta San Giulio, all’Organizzazione di Volontariato di Briga e all’Associazione Culturale Asilo Bianco che ha ideato e scritto il progetto. Tantissimi i sostenitori sul territorio, pubblici e privati, che hanno dato la disponibilità a collaborare e accompagneranno questo progetto in tutte le sue fasi.
 
Lo scopo è quello di rispondere alla necessità concreta, impellente e non più procrastinabile di ridurre l’utilizzo di materiali plastici e la loro dispersione nell’ambiente e anche quello di modificare le abitudini nella quotidianità, consci del fatto che la vera grande rivoluzione parte dal singolo e dai suoi comportamenti giornalieri dentro e fuori casa.
 
La fase operativa del progetto partirà nei prossimi mesi e vedrà i comuni coinvolti  fornire a ogni  nucleo familiare   un cestello con sei bottiglie in vetro, kit che verrà consegnato insieme a un’utile mappa delle fonti d’acqua sicure e accessibili sul territorio. Cuore del progetto, che s’inserisce tra le tante valide iniziative di tutela ambientale coordinate dal Contratto di Lago per il Cusio, è la diminuzione drastica della plastica monouso nei grandi eventi culturali e sportivi; i cittadini del novarese, infatti, sono attenti alla raccolta differenziata in ambito privato (superato l’obiettivo del 65%), ma non lo sono ancora abbastanza fuori le mura domestiche.
 
A tal proposito alcuni accorgimenti concreti previsti da “Lago d’Orta Plastic Revolution” saranno l’introduzione di lavastoviglie e stoviglie lavabili nelle mense scolastiche, nei centri estivi e in occasione di eventi enogastronomici, culturali e sportivi (borracce in alluminio, taniche ai posti di ristoro, bicchieri di silicone per gli atleti, utilizzo di cannucce in bambù o materiale compostabile in sostituzione di quelle di plastica…);  la creazione di green corner  nei negozi del territorio dove saranno venduti  -ad esempio- prodotti sfusi, shampoo solido e spugne di luffa; l’acquisto di cestini per la raccolta differenziata; la sostituzione nelle pubbliche amministrazioni della cancelleria usa e getta  a favore di quella biodegradabile; la promozione degli spazzolini in bambù con la vendita degli stessi nei negozi del territorio e il bellissimo coinvolgimento delle scuole; la piantumazione di alberi per i comuni virtuosi.
 
Parallelamente saranno anche organizzati incontri di sensibilizzazione con esperti e nell’ambito  delle campagne nazionali di Legambiente “Spiagge e Fondali Puliti” e “Puliamo il   Mondo” verranno svolte iniziative di raccolta  e classificazione dei rifiuti sulle rive, nelle acque e nell'ambiente con il coinvolgimento di sommozzatori, scuole e volontari; in   occasione   poi della   consueta   tappa   estiva   di   Goletta   dei   Laghi   di Legambiente   sul   Cusio   proseguiranno   le   attività   di   monitoraggio   e campionamento   per   la   rilevazione   della   presenza   di   micro   e nano plastiche nelle acque, sui fondali e nelle spiagge su cui il team scientifico nazionale dell’associazione ambientalista in collaborazione con il CNR di Roma effettuerà analisi.  Asilo   Bianco   organizzerà   il  Plastic   Revolution   Festival che utilizzerà strumenti inusuali, quali l’arte e la cultura contemporanea, per soffermarsi a ragionare su plastica, bellezza e riuso.
Alla conferenza di ieri, tutti i sindaci dei comuni coinvolti -Noemi Brambilla per Ameno, Chiara   Barbieri per   Briga   Novarese, Giorgio Cadei per Miasino e Giorgio  Angeleri per   Orta   San   Giulio-   si   sono detti molto soddisfatti della vittoria del bando che va a implementare un lavoro di sensibilizzazione su temi di  sostenibilità ambientale ed ecologia già iniziato da tempo nelle loro comunità.
Tutti gli interventi di ieri hanno messo in risalto quanto sia importante agire in maniera sinergica e “fare rete” nel e per il territorio con l’obiettivo di mettere in campo azioni concrete e diffondere un “modus vivendi” che sia sempre più rispettoso dell’ambiente.
 
r.a.
 
Nel video l'intervista a Massimiliano Caligara, presidente de "Gli Amici del Lago" ed Enrica Borghi, presidente di Asilo Bianco