carabinieri vercelli

 

VERCELLI 06-06-2020 In occasione della festa

 

dei carabinieri a Vercelli sono stati ricordati i militari che si sono
particolarmente contraddistinti in operazioni di servizio.
Lgt CROLLA GIANOLIO Piero, Mar. Magg. DE PIETRO Tommaso, App. Sc. Q.S. SALI Ermes e App. Sc. Q.S. FANCELLO Ignazio Nicola che in qualità di
Comandante ed addetti a Sezione Operativa della Compagnia di Borgosesia, evidenziando elevata professionalità ed acume investigativo, conducevano articolata e complessa attività investigativa nei confronti di un sodalizio criminale dedito alla commissione di truffe in danno di persone a minorata difesa. Venivano così scoperti gli autori di 17 truffe consumate e tentate commesse nel periodo aprile 2019 – febbraio 2020, nel centro e nord Italia, e deferite tre persone per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe aggravate.
App.Sc.Q.S. Pasquale AVVENTUROSO e App. Sc. Diego DI MAIO, militari addetti alla Stazione di Cigliano che, intervenendo prontamente, traevano in
arresto in flagranza per i reati di atti persecutori, porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere, un soggetto notato nel parcheggio di un centro commerciale di Cigliano, all’interno del quale si trovava l’ex compagna. All’atto dell’identificazione i militari operanti notavano, posati vicino al conducente, un coltello ed un martello che venivano prontamente sottratti alla disponibilità dell’arrestato e sequestrati.

Lgt.C.S. Pierluigi ZARA, Mar. Gianni D’ANGELO, Mar. Ca. Gino MONTINARO, Mar. Ord. Giuseppe MIANO e App. Sc. Q.S. Luciano PICANO, militari della Stazione Carabinieri di San Germano Vercellese, e della Sezione Operativa della Compagnia di Vercelli, al termine di una mirata attività investigativa, sottoponevano a fermo di P.G. un giovane residente nel vercellese, ritenuto responsabile di rapina aggravata commessa il 11/06/2019 ai danni di istituto di credito Biverbanca, sito in Tronzano Vercellese. Attraverso la visione dei sistemi di videosorveglianza e serrate ricerche, gli investigatori identificavano e rintracciando l’autore che si era rifugiato in un hotel in provincia di Novara, in procinto di fuggire all’estero. L’operazione consentiva inoltre il recupero di parte del denaro sottratto”.

 Lgt.C.S. MIGLIACCIO Nicola, Mar. FARNETI Corrado e App. Sc. GIANNUZZI Vincenzo, che in qualità di Comandante ed addetti della Stazione di Gattinara, evidenziando elevata professionalità e spirito di sacrificio, conducevano  prolungata attività investigativa che permetteva di identificare l’autore di numerosi furti di rame commessi nel cimitero di quel comune nel mese di ottobre 2019. L’indagine consentiva inoltre di individuare e deferire all’A.G. anche due ricettatori della merce rubata che ne agevolavano la ricollocazione sul mercato.

Mar. Magg. Stefano MACCHIA, Mar. Ord. Gesualdo MARRAPODI, Car. Sc. Manuel INNOCENTI e Car. Giacomo VODOLA, che in qualità di
comandante ed addetti alla Stazione Carabinieri di Crescentino, al termine di prolungata attività investigativa, traevano in arresto giovane del luogo, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Contestualmente all’arresto i militari, rinvenivano e sequestravano un pacco proveniente dall’Olanda, contente 100 grammi di sostanza stupefacente tipo “ecstasy” ed un altro involucro contenente 10 grammi di sostanza stupefacente “sintetica”.
S. Ten. Luigi DE BERARDINIS, Mar. Ca. Luca SANTILLO, Mar. Ca. Gino MONTINARO, Mar. Ord. Giuseppe MIANO e App. Sc. Q.S. Luciano PICANO
che, in qualità di Comandante ed addetti alla Sezione Operativa della Compagnia di Vercelli, al termine di articolata e complessa attività investigativa, svolta tra Santhià e San Germano Vercellese, raccoglievano gravi e concordanti elementi di prova che consentivano di eseguire un provvedimento cautelare nei confronti di un soggetto, ritenuto responsabile di atti sessuali con minorenne e violenza sessuale aggravata”.
Lgt CROLLA GIANOLIO Piero, Mar. Magg. DE PIETRO Tommaso e App. Sc. Q.S. FANCELLO Ignazio Nicola che in qualità di Comandante ed addetti a
Sezione Operativa della Compagnia di Borgosesia, evidenziando elevate capacità investigative, conducevano articolata attività di indagine nei confronti di ungruppo di sette persone, tre delle quali minori, dedite allo spaccio di sostanzestupefacenti a minorenni del posto. L’attività di concludeva con il deferimento di tutti i responsabili alle competenti A.G., il recupero e sequestro di circa 50 grammi di sostanza stupefacente, marijuana e hashish, nonché la segnalazione alla Prefettura di ventuno giovani del posto quali assuntori di sostanze
stupefacenti.
V. Brig. Gianvito SAVALLA e APP. SC. Q.S. Mauro BEZZON che in qualità di militari addetti alla stazione di Vercelli, in servizio di pattuglia per le vie del centro cittadino nell’ambito del controllo e rispetto delle distanze di sicurezza interpersonali, intervenivano prontamente nei principali centri di aggregazione dove veniva segnalata possibilita’ di rischio di assembramento ed il mancato rispetto delle norme anti contagio da parte di giovani che si erano adunati durante la consumazione di bevande. Con garbo, solerzia e grande professionalità riuscivano a ripristinare le condizioni di sicurezza da parte di tutti riscuotendo il plauso delle persone presenti. L’episodio ha avuto positivo eco su diverse testate
giornalistiche provinciali”.