1

polenta concia

 

BIELLA 28-10-2020 Sin dall’inizio della pandemia

 

,

 

noi volontari della ProLoco Biella e Valle Oropa ci siamo chiesti se quest’anno fosse il caso di organizzare il Ben Cuncià, il festival della polenta concia biellese, giunto alla sua terza edizione. Nonostante l’aggravarsi della situazione e l’emanazione del nuovo decreto che prevede misure ancora più restrittive finalizzate al contenimento del virus, d’accordo con i ristoratori, abbiamo deciso di mantenere fede all’impegno preso e di andare avanti.
Il Ben Cuncià infatti, nasce per valorizzare il nostro territorio attraverso la sua gastronomia e sostenere così l’economia locale. Crediamo che mai come in questo momento sia doveroso dare un contributo, per quanto limitato, all’economia locale e dimostrare la nostra vicinanza a una delle categorie più colpite da questa crisi: la nostra vicinanza come Proloco, ma anche come cittadini che hanno amici e familiari che lavorano nel settore della ristorazione. Una comunità è forte quando è unita e solidale, a maggior ragione
nei momenti di difficoltà.
Proprio per far fronte a questa situazione, per l’edizione di quest’anno abbiamo previsto un nuovo servizio, il “Pija e porta a cà” grazie al quale sarà possibile ordinare i propri menù, andare a prenderli e portarli a casa assieme al tradizionale kit riservato ai partecipanti e composto da tovaglietta, grembiule e cucchiaio di legno. Stiamo anche verificando con i ristoratori la possibilità di organizzare consegne a domicilio. Ovviamente sarà possibile recarsi presso i ristoranti a pranzo e occupare tavoli da 4, come previsto dal
decreto, e vivere così l’esperienza del Ben Cuncià nel pieno rispetto delle regole.
Ben Cuncià nasce all’insegna della condivisione e della socialità e su queste basi l’anno scorso i ristoratori hanno servito circa 2500 piatti di polenta concia. Siamo consapevoli che quest’anno non sarà la stessa cosa, ma invitiamo tutti i biellesi e tutti coloro che avranno il piacere di fare una gita nel nostro territorio in piena sicurezza, a partecipare e a unire l’utile al dilettevole: compiere un gesto di solidarietà concreta gustando le migliori proposte della nostra cucina locale, prima fra tutte la polenta concia.
Ognuno di noi ha la possibilità di cambiare le cose: nel nostro piccolo vogliamo provare a farlo, e lo faremo!