1

App Store Play Store Huawei Store

polizia auto fronte cofano

 

BIELLA 24-11-2020 La Polizia di Stato

 

di Biella ha dato esecuzione, nei confronti di una coppia italiana, della misura cautelare personale e dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria e del contestuale sequestro degli alloggi nella loro disponibilità ubicati nel centro della città di Biella. Il provvedimento si è reso necessario in quanto, nel corso delle indagini condotte dagli investigatori della Polizia, è emerso che l’uomo e la donna, avendo la disponibilità di due alloggi nello stesso stabile dove risiedevano, li cedevano in locazione per brevi periodi di tempo, al costo di 350 euro settimanali per singolo ospite o di 500 euro, sempre settimanali, per due ospiti, a soggetti, prevalentemente di origine thailandese, che li utilizzavano per prostituirsi. L’attività di indagine, nata nel 2019, è scaturita da degli accertamenti condotti dalla Squadra Mobile che, concentrandosi su siti internet che pubblicizzavano rapporti sessuali a pagamento e facendo appostamenti nella zona indicata, hanno notato un via vai in un appartamento del centro cittadino. È emerso che, dal 2019 ad oggi, gli immobili seppur gestiti formalmente come casa vacanza, erano di fatto adibiti a casa di prostituzione, con la presenza, nel corso del tempo, di diversi thailandesi, per la maggior parte transessuali, alcuni dei quali irregolari sul territorio italiano.