1

App Store Play Store Huawei Store

ANAS

VCO - 10-05-2021 - A decorrere dalle ore 0 di oggi 10 maggio 2021, l’Agenzia del Demanio - Direzione Regionale Piemonte e Valle d’Aosta, ha ricevuto in consegna quattro strade del VCO. A sua volta queste sono state formalmente trasferite ad Anas.
Giunge così a conclusione un lungo iter procedurale culminato il 15 gennaio 2020 con la nota del ministero delle Infrastrutture ad Anas ad attivarsi per il definitivo trasferimento con la redazione dei verbali di consegna.
Si tratta di strade dove insistono diverse criticità delle quali la Provincia, negli anni, non è riuscita a farsi carico a causa delle note ristrettezze. Le aspettative del territorio sono che vengano sanate a breve.

Poco più di 10 chilometri, quelli ricadenti nel VCO per la 229 del lago d'Orta, che passerà ad Anas in quasi tutta la sua lunghezza, ovvero da Novara (km 4.7) all'innesto con la Ss 33 a Gravellona. Su questa strada insite la problematica dei lavori alla galleria della Verta, a Omegna, che Anas ha già proso in carico. Il tunnel potrebbe riaprire tra un anno a senso unico.
Quasi 31 chilometri per la ex regionale 549 di Macugnaga, in carico ad Anas sin dal km 0, ovvero dall'innesto con la Ss 33 a Piedimulera. Per la strada che conduce ai piedi del Rosa, oggetto negli ultimi tempi di due importanti interventi (la galleria di Rubi aperta nel 2017 e il viadotto di Meggiana aperto a dicembre scorso), la richiesta è di interventi strutturali per svariati milioni di euro tra viadotti, ampliamenti, consolidamenti.
Da ultima, ma non per ultima, la strada della Valle Cannobina, la 631, poco meno di 26 chilometri a fungere da innesto tra la Ss 34 del lago Maggiore e la Ss 337 della Valle Vigezzo. La strada presenta molte criticità, dettate innanzitutto dalle dimensioni molto ridotte della carreggiata, ma anche da fenomeni franosi che frequentemente ne hanno interessato i versanti. La strada rappresenta tuttavia una importante valvola di sfogo verso la frontiera, sia a monte che a lago.

In Piemonte

Con la sottoscrizione del verbale di consegna da parte di tutti gli Enti coinvolti, oggi 10 maggio è stato formalizzato il rientro nel perimetro di gestione Anas di circa 1.000 km nominali di strade sul territorio regionale, in esecuzione dei DPCM del 21 novembre 2019. La rete gestita da Anas in Piemonte raggiunge così un’estensione di circa 1.700 km.

"Il Piano Rientro Strade ha molteplici obiettivi che riguardano l’ambito della sostenibilità nell’ottica di migliorare la qualità del servizio complessivo offerto agli utenti. Aumenterà l’efficienza della gestione dell’intera rete, con interventi di manutenzione programmata più omogenei tramite il potenziamento degli standard di sicurezza con benefici in termini di accessibilità a tutti i territori e alle aree interne. Inoltre, l’accentramento delle competenze in un unico gestore, che ha un unico core business, eviterà la frammentazione delle competenze nella gestione delle strade e dei trasporti.

Al fine di intervenire il prima possibile su alcune infrastrutture che necessitano di intervento urgente, nel corso delle scorse settimane Anas ha avviato con anticipo rispetto alla presa in consegna interventi di manutenzione straordinaria per un investimento complessivo di oltre 18 milioni e 600 mila euro", si legge nel comunicato di Anas.

 

 WhatsApp Image 2021 05 10 at 17.04.44


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.