1

App Store Play Store Huawei Store

cai vigezzo rifugio rifugi

VIGEZZO- 22-06-2021-- Il Presidente del Cai Vigezzo Raffaele Marini comunica che “La Sezione ha deciso di procedere all’apertura dei Rifugi a partire dal 1 luglio (Al Cedo, Fondo Monfracchio e Regi) e dal 5 luglio (Bonasson) in considerazione della migliorata situazione generale Covid 19.

Questa apertura non è completa e avviene in ottemperanza all’ultimo DPCM e alle indicazioni cautelative emesse dal CAI centrale.

In primo luogo viene ridotta del 50% la ricettività e precisamente:

  • Al Cedo 9 posti
  • Bonasson 8 posti
  • Fondo Monfracchio 11 posti
  • Regi : 5 posti

Per accedere ai Rifugi è indispensabile effettuare la prenotazione tramite il sito www.caivigezzo.it/rifugi ove dovrà essere compilato o scaricato il modulo di prenotazione seguendo scrupolosamente le indicazioni non derogabili. In particolare dovrà essere dichiarato e sottoscritto, con la relativa assunzione di responsabilità, il possesso delle condizioni previste per l’ottenimento del green pass:

  • aver effettuato almeno una prima dose di vaccinazione per quei vaccini che ne prevedano due
  • oppure essere un possesso del certificato di avvenuta guarigione dal Covid 19
  • oppure aver effettuato un tampone molecolare con esito negativo nelle 48 ore antecedentI il giorno del pernottamento presso il Rifugio
  • quanto sopra non è richiesto per i minori di anni 16 appartenenti al medesimo gruppo famigliare

In assenza di queste condizioni la prenotazione non verrà accettata. Oltre a quanto già esposto riportiamo alcuni importanti suggerimenti che il CAI centrale ha disposto circa l’utilizzo dei Rifugi:

  • Prima di iniziare l’escursione assicurarsi di essere in buona salute.
  • Assicurarsi di avere con se la mascherina da utilizzarsi quando entrando nel Rifugio si trovino altri escursionisti non appartenenti al proprio gruppo famigliare.
  • Utilizzare sempre il sacco lenzuolo.
  • Nel rifugio si troverà il gel igienizzante da utilizzare.
  • portare a valle sempre sia i rifiuti che i dispositivi di protezione individuale utilizzati.

Ci rendiamo conto che alcuni potranno considerare queste indicazioni una complicazione in più. Richiedono senso di responsabilità verso gli altri e poca fatica ma sono nell’interesse di tutti.

Ricordiamo che la frequentazione dei Rifugi rappresenta un momento di svago e di responsabilità verso coloro i quali condividano questa esperienza. Purtroppo sempre più spesso siamo costretti a constatare atti di vandalismo ingiustificato.

Infine nel caso si verificassero reiterate e gravi violazioni alle indicazioni elencate, la Sezione potrà annullare tutte le prenotazioni in essere e disporre la chiusura cautelativa del Rifugi.

Buona e responsabile montagna a tutti”.